Pressione bassa al mattino alcuni consigli per gestirla | Farmafamily.it
REGISTRATI E OTTIENI SUBITO UNO SCONTO DEL 5% SPEDIZIONE GRATUITA DA € 39,90
Marche    Offerte    Blog
Accedi/Registrati
Wishlist
0

Pressione bassa al mattino: alcuni consigli per gestirla

Ecco utili consigli per gestire la pressione bassa al mattino

 

Quali sono le cause della pressione bassa al mattino

Vi capita di svegliarvi la mattina con giramenti di testa inspiegabili? Una delle cause potrebbe essere la pressione bassa, o anche detta ipotensione. Solitamente, il presentarsi di questa condizione comporta un abbassamento dei valori pressori persino a riposo, anche al di sotto dei 90/60mmHg! Anche se si corrono meno rischi rispetto a chi soffre di pressione alta, è consigliato non sottovalutarne le conseguenze. Per sicurezza (e così da non confondere i sintomi di ipotensione con quelli di altre patologie!), cercate di misurare la pressione arteriosa con appositi strumenti.

Come accorgersi del problema? 

I sintomi più frequenti di pressione bassa al mattino che potrebbero destare sospetti sono in genere:

- stanchezza generale

- capogiri

- senso di svenimento

- visione offuscata, spossatezza

- in alcuni casi si avverte anche un calo della lucidità mentale

- possibile cefalea. 

A cosa è dovuta la pressione bassa al mattino?

Le cause alla base di questo disturbo possono essere molte, prima fra tutte la genetica, ma anche l'assunzione di alcuni farmaci, l'instaurarsi di un gravidanza, l'insorgere di alcune malattie o carenza di sonno che comporta un riposo fisiologico notturno inferiore alle 7/9 ore. A destare i sospetti del medico sono i casi di ipotensione associati a stati patologici, ad assunzioni farmacologiche o se la donna è in gravidanza. Per molte persone l'ipotensione è cronica e quindi i valori pressori sono quindi stabilmente bassi. Soprattutto in questi casi bisogna prestare particolare attenzione se la pressione si abbassa improvvisamente: in tal senso le categorie a rischio sono donne incinta, anziani e sportivi. 

I sintomi della pressione bassa 

La pressione bassa al mattino comporta diversi sintomi che si manifestano tanto velocemente quanto rapidamente poiché si riduce la pressione. Oltre alle vertigini e ai capogiri può comparire anche sudorazione fredda, nausea e pallore fino allo svenimento. Chi soffre di ipotensione cronica avverte i sintomi che possono essere atipici e quindi ingannevoli: spossatezza e mancanza di concentrazione vengono talvolta accomunate a stati depressivi. 

Una discriminante che permette però l’identificazione di pressione bassa cronica è il cambio della posizione del corpo: alzarsi repentinamente dopo esser stati seduti o sdraiati ad esempio. Ciò avviene perché quando ci si alza in piedi, la gravità porta più sangue verso le gambe e l’organismo supplisce a tale mancanza con la vasocostrizione, stabilizzando così la quantità di sangue in circolo. 

Ecco quindi, che quando tale meccanismo di compensazione è lento o poco efficace è sempre più frequente soffrire di pressione bassa. Se l'ipotensione causa uno svenimento la conseguenza può essere una caduta o un incidente domestico anche grave soprattutto nel caso di anziani o bambini.

Rimedi per la pressione bassa al mattino 

Chi soffre di pressione bassa al mattino può seguire qualche utile indicazione per attenuare i fastidi connessi a questo problema: 

- assumere un maggiore quantitativo di liquidi all’aumentare della sudorazione e azzardare con un po' più di sale da cucina sulle pietanze;

- praticare sport
, soprattutto l’attività aerobica;

- evitare invece la prolungata esposizione al sole;

- assumere degli integratori di sali minerali in caso di ipotensione cronica, come l’integratore Massigen, ricco di magnesio e potassio, che aiuta a ridurre la stanchezza e l'affaticamento ed evitare sbalzi di pressione. L’integratore Vitalmix Complex disponibile in flaconcini, a base di vitamine B e C in grado di favorire il metabolismo energetico o le bustine di Neovis Plus, un integratore alimentare ricco di aminoacidi e vitamina C utile a compensare le carenze energetiche dell’organismo.

Si può prevenire la pressione bassa? 

È inoltre molto importante monitorare sempre i livelli della pressione per capire se è necessario intervenire e in che modo. Tale controllo può essere effettuato anche a casa usando un misuratore di pressione, semplice da utilizzare e, come nel caso della linea Roche, dotato di un semaforo per classificare i valori della pressione.