Come curare il raffreddore nei bambini | Farmafamily.it
REGISTRATI E OTTIENI SUBITO UNO SCONTO DEL 5% SPEDIZIONE GRATUITA DA € 39,90
Marche    Offerte    Blog
Accedi/Registrati
Wishlist
0

Come curare il raffreddore nei bambini

Qualche rimedio su come curare il raffreddore nei bambini

 

Ecco come curare il raffreddore nei bambini e alleviarne i sintomi

Il raffreddore è una delle infezioni più comuni delle vie respiratorie e può avere origine da diversi virus. I sintomi in genere sono naso chiuso con conseguente difficoltà a respirare, starnuti frequenti, talvolta tosse, mal di gola e nei casi più gravi anche la comparsa di febbre. Un adulto sa gestire bene la situazione, diverso è il caso di più piccoli che mal sopportano tali sintomi. Ecco quindi alcuni consigli su come curare il raffreddore nei bambini. 

Come curare il raffreddore nei bambini: quali prodotti usare 

Per il raffreddore non esiste una cura vera e propria perché passa da solo: bisogna infatti aspettare qualche giorno e gestire i sintomi al meglio. I bambini purtroppo si ammalano spesso e il raffreddore è una costante nei mesi invernali. Questo perché ancora non hanno sviluppato un grande bagaglio di anticorpi. Compare in media 6-8 volte nei bambini più piccoli, ecco perché tenere il nasino pulito è la prima cosa da fare. Come? 

Acqua fisiologica

A tal fine si può usare della soluzione fisiologica per fare dei lavaggi. I flaconcini Narhinel sono un prodotto molto utile perché facili da portare in caso di viaggio e in grado di fluidificare il muco e favorirne l'uscita. Ai lavaggi si può associare l'aerosol con soluzione fisiologica poiché il vapore è utile a sciogliere le secrezioni. 

Acqua termale

Oltre alla soluzione fisiologica si raccomanda l’uso di acqua termale, come l'acqua di Sirmione o acqua di mare sterilizzata. È importante preservare soprattutto i neonati perché il nasino chiuso può infastidirli durante la poppata o causare loro delle piccole apnee durante il sonno.

Un altro prodotto raccomandato è la soluzione ipertonica Tonimer Lab: una composizione sterile a base di acqua di mare ad azione decongestionante della mucosa nasale e fluidificante del muco. 

Come curare il raffreddore nei bambini: precauzioni utili

Altre precauzioni utili su come curare il raffreddore nei bambini

- Collocare un cuscino sotto il materasso nel punto in cui il bambino poggia la testa in modo da tenerlo più alzato e non supino per favorire la respirazione.

- Umidificare l'ambiente: l'aria secca e calda tende ad asciugare le mucose e il naso risulta ancora più chiuso, è quindi preferibile impostare la temperatura un po' più bassa e usare un umidificatore nella stanza in cui dorme il bambino.

- Far bere spesso il piccolo. L'assunzione di liquidi fluidifica il muco e libera il naso.

Ricordate che non è necessario tenere a casa il bambino per un semplice raffreddore, in assenza di febbre può uscire, a patto che la giornata sia soleggiata e senza vento. 

L'uso di spray e gocce nasali è vietato per bambini sotto i 12 anni. Gli spray a base di cortisone possono essere usati sotto consiglio medico in caso di raffreddore dovuto ad allergia poiché sul raffreddore da virus non hanno alcun effetto.